vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

FAENZA (RA) - PLS-PCTO Chimica a Materiali

Dipartimento di Chimica Industriale "Toso Montanari" - sede di Faenza Responsabile: Prof. Daniele Nanni

I materiali al servizio della vita quotidiana

tra passato, presente e futuro

Laboratori  "I Metodi della Chimica e delle Tecnologie per i Materiali" e incontri tematici

Offerta anno scolastico 2021-22

L’offerta del Corso di Laurea in Chimica e Tecnologia per l’Ambiente e per i Materialicurriculum Materiali Tradizionali e Innovativi, Campus di Ravenna (sede di Faenza), del Dipartimento di Chimica Industriale "Toso Montanari" nell’A.A. 2020-2021 comprende una serie di attività che potranno essere utilizzate dalle scuole sia come partecipazione al Piano Lauree Scientifiche (PLS) che come progetti PCTO, dato che anche le attività PCTO saranno comunque svolte nell'ambito del Progetto PLS dell’Università di Bologna – Area Chimica.

L'offerta si articola in due tipologie di attività:

  1. Laboratori  "I Metodi della Chimica e delle Tecnologie per i Materiali"; 30 ore complessive;
  2. Incontri sul tema "I materiali al servizio della nostra vita quotidiana tra passato, presente e futuro"; 15 ore complessive.

Nell'anno scolastico 2021-22 le attività sono previste in modalità a distanza.

In modalità a distanza, non occorre documentare, come succedeva negli anni scorsi, l'assolvimento per gli studenti dell’obbligo formativo previsto dall’art. 37 D. Lgs. 81/2008 e dall’Accordo Stato-regioni del 21.12.2011 (formazione specifica sulla sicurezza, incluso il rischio chimico). Le convenzioni ancora in essere non devono comunque essere modificate. In caso di nuova convenzione, dovrà essere sottoscritta la convenzione unica di Ateneo di durata quinquennale.

Tipologia delle attività e Descrizione delle attività

In generale, l'offerta prevede attività seminariali e laboratoriali sui seguenti argomenti.

  • Il mondo universitario: l'Alma Mater Studiorum – Università di Bologna e il Campus di Ravenna.
  • La formazione universitaria come introduzione al mondo del lavoro: le specificità della sede di Faenza e gli sbocchi e le statistiche occupazionali dei suoi laureati e di quelli dei Corsi di Laurea del Dipartimento di Chimica Industriale "Toso Montanari".
  • La chimica dei Materiali: il mondo dei coloranti organici.
  • La chimica dei Materiali: leggere l'alfabeto dei metalli (NON PRIMA DI APRILE!).
  • La chimica dei Materiali: i polimeri.
  • La chimica dei Materiali: saponi e detergenti.
  • La chimica dei Materiali: i gel.
  • La chimica dei Materiali: il nanomondo.
  • La chimica dei Materiali: i materiali compositi.
  • La chimica dei Materiali: quello che ancora non esiste.
  • La chimica dei Materiali: riciclo ed economia circolare.

Più in particolare, il progetto completo di attività laboratoriale I Metodi della Chimica e delle Tecnologie per i Materiali (ca. 30 ore totali nel caso venga seguito interamente) prevede:

Lab 1:    Sintesi di un colorante e tintura di campioni di stoffa.

Lab 2:    Analisi metallografica: preparazione e osservazione al microscopio ottico di campioni metallici (bronzi antichi e leghe innovative di Titanio e Alluminio). (NON PRIMA DI APRILE!)

Lab 3:    Sintesi di materiali polimerici: i Nylon.

Lab 4: Saponificazione.

Lab 5:    Reazioni di gelificazione.

Lab 6:    I nanomateriali: studio del diverso comportamento chimico/fisico di un materiale in funzione delle dimensioni particellari.

Lab 7:    Progettazione attraverso modellazione al computer di nuovi materiali.

L'attività comprende seminari introduttivi all'attività di laboratorio.

Le esperienze pratiche saranno sostituite da filmati realizzati da docenti e tecnici del Corso di Laurea di Faenza, che illustreranno in dettaglio le procedure sperimentali, la strumentazione utilizzata e i risultati ottenuti.

Queste attività riguarderanno la sintesi e la caratterizzazione dei più svariati tipi di materiali (metalli, polimeri, coloranti, nanoparticelle, gel, ecc.), approfondendo le peculiarità legate alla loro formazione, alle loro caratteristiche chimico/fisiche e agli aspetti applicativi.

Il percorso seminarialeprevede incontri sul tema "I materiali al servizio della nostra vita quotidiana tra passato, presente e futuro" (ca. 15 ore totali nel caso venga seguito interamente).

I ragazzi avranno modo di confrontarsi non solo con esperti universitari e della ricerca, ma anche del mondo del lavoro, che li introdurranno nell'universo della chimica dei materiali, mostrando quelli che sono attualmente gli strumenti più avanzati per progettare e sintetizzare nuovi materiali e inventare applicazioni sempre più avveniristiche, tutto questo all'interno del contesto scientifico/culturale in cui si sta muovendo la chimica industriale moderna.

Tematiche che saranno approfondite:

  • Il chimico industriale nel mondo del lavoro come chiave per uno sviluppo tecnologico avanzato.
  • L'arcobaleno chimico: i coloranti naturali e sintetici e il loro impatto sull'economia del quotidiano.
  • I materiali metallici tra passato, presente e futuro (NON PRIMA DI APRILE!) .
  • Cosa sono i materiali polimerici e come hanno cambiato radicalmente la nostra vita quotidiana.
  • Un mondo pulito: fare chimica facendo sapone.
  • Gel e gelificanti: la chimica delle gelatine.
  • Conoscere il nanomondo: la (ri)scoperta della dimensione "nano" e le sue applicazioni.
  • Ad maiora: i materiali compositi.
  • La chimica dei materiali fuori dal laboratorio: progettare al computer materiali che ancora non esistono.
  • Far rinascere un materiale dal suo riciclo o da quello delle sue materie prime: chimica "verde" ed economia circolare.

Le scuole potranno comunque scegliere di non partecipare ai progetti completi, bensì di seguire specifici argomenti (singole attività o gruppi di attività, seminariali e/o laboratoriali) con le modalità che preferiranno.

Queste attività di Percorsi per le competenza trasversali e per l’orientamento (PCTO) A.A. 2021-22 si svolgeranno nell’ambito del progetto PLS dell’Università di Bologna – Area Chimica.

Luogo: tutte le attività sono organizzate dalla sede di Faenza del Dipartimento di Chimica Industriale “Toso Montanari”, in particolare dallo staff del Corso di Laurea in Chimica e Tecnologia per l’Ambiente e per i Materiali – curriculum Materiali Tradizionali e Innovativi (Campus di Ravenna), e si svolgeranno con modalità miste che saranno concordate al momento opportuno e con tempistiche che cercheranno di adeguarsi il più possibile alle esigenze degli studenti e degli organizzatori.

Periodo di svolgimento:

Si cercherà di non definire un preciso periodo di svolgimento delle attività. L'offerta non partirà comunque prima del periodo gennaio-febbraio 2022, ma la disponibilità degli organizzatori intende coprire l'intero secondo semestre, compatibilmente con gli impegni dei docenti coinvolti. Nel caso di quarte classi, la disponibilità può arrivare fino a giugno 2022, quindi dopo la fine delle lezioni. Solo per alcune attività segnalate sono previsti limiti temporali non trattabili.

Sarà possibile anche scegliere di seguire una proposta solo parzialmente (quindi singole conferenze o gruppi di conferenze e/o laboratori virtuali). Si cercheranno tempistiche e modalità adatte ad accorpare eventualmente nello stesso momento studenti di più scuole interessate al medesimo argomento.

Durata complessiva (Laboratori PLS):

-    l'intero progetto (tipologia 1) richiede un impegno temporale di ca. 30 ore, la tipologia 2 richiede ovviamente la metà del tempo.

Target:

il fatto di svolgere le attività in remoto non comporta più, come negli anni scorsi, un numero massimo di studenti; le attività si rivolgono comunque solamente a studenti di IV o V classe.

Obiettivi

-   orientare allo studio della chimica e delle tecnologie chimiche, offrendo agli studenti la possibilità di avvicinarsi a temi di ricerca avanzata e applicata;

-   far acquisire competenze di base sul ‘mestiere del chimico industriale’;

-    sviluppare competenze trasversali (soft skills) oggi richieste dal mondo del lavoro (creatività, progettazione, competenze di comunicazione, saper lavorare in gruppo).

Per partecipare

Inviare la richiesta a:

Dr. Sara Arcozzi - sara.arcozzi2@unibo.it

Tel  0544 937910 ; cell  339 7771868

indicando

Nome Prof. Referente con email e cell; numero studenti e i nominativi di quelli che parteciperanno per avviare le pratiche burocratiche amministrative. Usare eventualmente la scheda a fianco.

Per motivi organizzativi chiediamo di rispettare le scadenze, per poter avviare poi tutte le pratiche burocratiche-amministrative necessarie per attivare le convenzioni con le scuole partecipanti in tempo utile (entro novembre)

Tutor formativo

L’Università di Bologna - Campus di Ravenna nomina come tutor formativo esterno del progetto di alternanza scuola-lavoro il Prof. Daniele Nanni (daniele.nanni@unibo.it ).

Il Tutor formativo esterno monitora, valuta e supervisiona l’attività.

Il Coordinatore PLS – area chimica CHIMIND è la Prof.ssa Carla Boga (carla.boga@unibo.it )

Risultati attesi e aspetti caratterizzanti

-          Le proposte sono orientate soprattutto a Licei e ITI. Gli studenti acquisiranno competenze e nozioni in ambito chimico, potranno svolgere esperienze guidate all’interno di un laboratorio chimico universitario e seguire l’utilizzo di strumentazioni analitiche moderne. Tutto questo contribuirà a una più corretta percezione della ricerca scientifica e della tecnologia e delle loro fondamentali ricadute sulla qualità della nostra vita.

-          Le proposte sono finalizzate anche ad arricchire l’immaginario degli studenti sulle possibili professioni e sulle possibili competenze richieste dal mondo del lavoro in ambito scientifico/tecnologico e contribuiranno quindi a un processo di formazione dell’identità dei ragazzi come persone, cittadini e futuri professionisti.

Documenti